Sanetti Laura

Alcuni critici dicono di lei:

Versatilità nelle tematiche trattate ed accattivante resa coloristica risultano gli elementi cardine della leggiadra pittura di Laura Sanetti. Nelle sue elaborazioni percepiamo l'aulica presenza della lirica essenza rigeneratrice del comune percepire. (.di Anna Maria Biondolillo)

La percezione della realtà e quindi la sua rielaborazione artistica è sempre filtrata dallo sguardo trascendentale della donna che ha in mano le chiavi della vita, che trasmette la vita, che suscita lo spirito di vita, che culla la vita stessa...ed è la vita dell'uomo in tutta l'ampiezza propria del suo significato, l'emergenza che spinge dall'intimo la forza creativa e dirompente delle immagini elaborate nelle sue opere. I soggetti erompono da sfondi onirici, spesso surreali, il lume della trasmissione empatica predomina sulla scena di fondo, ponendo in secondo piano oggetti, piani e orizzonti, per trascinare lo sguardo dentro un luogo soprannaturale senza spazio e senza tempo, luogo eterno dell'anima, quando non il luogo oscuro proprio dell'occulto, che scava dentro le contraddizioni e le forze sconosciute della psiche umana...e veneri adagiate sulla soglia dell'eternità, come a dirci il mistero sempre antico e sempre nuovo della Dea Madre, portatrice di amore e fertilità.... Colpisce, lo spettro coloristico costantemente utilizzato, che insiste su tonalità dense e vellutate, prevalentemente scure, con forti contrasti o con accurati richiami al gusto antico, come frammenti rubati alle pitture archeologiche, ai palazzi imperiali, alla dirompente fluidità decorativa della cultura italica e medioevale... (di Serena Caleca)

Questa artista partecipa al Premio Pasolini 2022