Poesia visiva

parola e pittura sono al centro delle opere in esposizione
parola e pittura sono al centro delle opere in esposizione

ah!


"Sentire tutto in tutte le maniere,
vivere tutto da tutte le parti,
essere la stessa cosa in tutti i
modi possibili allo stesso tempo,
realizzare in sé tutta l'umanità
di tutti i momenti,
in un solo momento diffuso,
profuso, completo e distante"

.di Alvaro de Campos

Non c'è esperienza umana che non sia esperienza di parola. Ognuno di noi definisce se stesso tramite un coefficiente esterno, un riferimento che costruisce sommando l'immagine che di sé intravede negli altri. Tracce di noi, delle nostre svariate sfaccettature abitano in silenzio le persone che ci circondano. Tramite le parole, proviamo a risvegliarle. Ogni parola, anche la più futile all'apparenza, ha l'involontaria proprietà di esigere una risposta. L'intersoggettività della parola e la sua capacità dialettica fondano una rete di relazioni infinitesimali che costituiscono la nostra identità, o almeno l'immagine che abbiamo di essa, insieme alle strutture ambientali e interpersonali che viviamo.

"Ho maturato, credo fin da bambino, la convinzione che la parola è la principale espressione dell'uomo" (Ugo Carrega)